medioriente

La Pace sia con Noi

Guardi in TV immagini di guerre lontane e poi senti gli spari al Bar sotto casa; leggi di popoli in conflitto nelle loro terre martoriate e poi li trovi come profughi accampati nella stazione centrale della tua città.

Il “fardello dell’uomo bianco” del XXI secolo, dopo quello poco edificante dell’epoca coloniale, sarà d’imporre la pace e il benessere nei luoghi più caldi del mondo.

Una Conferenza di Pace risolutiva all’orizzonte non c’è, ma i temi chiave che in essa andrebbero affrontati sono li, sempre li da decenni; la strategia del “divide et impera” non ha funzionato, tantomeno quella delle alleanze di convenienza o economiche.

Proviamo a fissare dei principi/obiettivi, che in un mondo ideale sarebbe auspicabile raggiungere:

  1. Israele/Palestina: due popoli – due Stati; stop agli insediamenti; confini del 1967; riconoscimenti bilaterali
  2. Kurdistan libero: applicazione del principio dell’autoproclamazione dei popoli
  3. Conferenza Permanente del Mediterraneo: con stati europei meridionali e del Maghreb per lo sviluppo economico della regione
  4. Conferenza Permanente del Medio Oriente: con USA, UE, Russia e Cina a farsi promotrici e guardiani della pace e degli equilibri tra i big dell’area, Iran, Arabia Saudita, Turchia ed Egitto.
  5. I diritti umani prima di tutto: sanzioni economiche e isolamento dalla comunità internazionale per chi sovvenziona il terrorismo e nega i diritti delle donne.

Cinque principi e metodi volutamente banali, volutamente semplicistici. Ridurre un problema apparentemente insormontabile ad una serie di azioni pragmatiche può facilitare la sua risoluzione (mettendo a nudo gli interessi di parte affinchè ciò non avvenga). Solo a quel punto saremo legittimati a difenderci, senza pietà, dal pericolo del terrore.

I love TLV

Top 3 To do’s in Tel Aviv – Yaffo

Reduce da un pellegrinaggio in Terra Santa o da un viaggio no-profit nei Territori Palestinesi, in un perfetto contrasto sacro/profano, o serio/faceto, fermati a Tel Aviv…

IMG_0793

…3 cose che ti consiglio di fare e vedere:

1) dopo aver visto il sole tramontare dietro l’antico porto di Giaffa, rientrare a piedi in centro, attraverso il quartiere Yemenita, fino a Dizengoff Square.

2) da li proseguire per Dizengoff Street prendendo un drink in uno dei tanti bar che si affacciano sulla strada e fermarsi a cena da Goocha

3) infine serata da Rubi, uno di quei bar dove si viene travolti dall’allegria (sempre che si sia inseriti nella lista d’ingresso – nominale)